Top
vista panoramica sul parco san bartolo

Questo articolo rientra nell’iniziativa “Viaggiare a km0: i luoghi del cuore per una gita fuori porta” a cui contribuiscono diversi blogger italiani con l’intento di raccontare i propri luoghi del cuore a km0 e stimolare altri viaggiatori a scoprire le bellezze vicino casa.

Photocredit: Immagine di copertina e del Parco Naturale San Bartolo di @eugenio.mazzone

Il Parco Naturale del monte San Bartolo è un’area protetta affacciata sul blu del mare Adriatico, in provincia di Pesaro e Urbino.

Il promontorio, che insieme al colle Ardizio racchiude la città di Pesaro, separa le Marche dall’ adiacente territorio romagnolo.

Vuoi sapere perché è il nostro posto del cuore a km 0?

Siamo Filippo e Ornella, viaggiatori responsabili e amanti della natura, ed oggi ti porteremo a scoprire la parte green della nostra città.

I sentieri che si snodano nell’area del Parco del monte San Bartolo sono diversi, di varia tipologia, difficoltà e lunghezza.
Alcuni si immergono nella fitta vegetazione, altri attraversano piccoli borghi, altri ancora giungono fino al litorale, accedendo a piccoli lembi di spiaggia non attrezzata.

Ad esempio, l’Itinerario 2 è un percorso di quasi tre km che da Fiorenzuola di Focara, attraverso il borgo di Casteldimezzo, giunge al “Tetto del Mondo”, uno dei punti panoramici più conosciuti del promontorio e amato dai pesaresi. Non potevano attribuirgli un nome più azzeccato!

Oppure c’è l’Itinerario 3, quasi due km e mezzo di tragitto che dalle Siligate (strada SS16) giunge alla spiaggia di Fiorenzuola di Focara, attraversando il bosco.

Ma quello che più ci piace è il sentiero escursionistico 151, il principale percorso del San Bartolo, che attraversa longitudinalmente tutto il Parco da Pesaro a Gabicce, per quasi 20 km.

parco naturale san bartolo panorama
(Photocredit @eugenio.mazzone)

COSA FARE ALL’INTERNO DEL PARCO DEL SAN BARTOLO

Il trekking alla scoperta del monte San Bartolo è solo una delle tante attività che si possono svolgere in questa bellissima area protetta a strapiombo sul mare Adriatico.

I sentieri del Parco sono gettonatissimi anche dai ciclisti e le sue curve sono ottimo pane per i denti dei centauri. D’altra parte, non dimentichiamo che il territorio tra le Marche e la Romagna è da sempre terra di bici e motori!

Ma non finisce qui: oltre all’attività sportiva, potrai visitare ville di grande pregio storico e artistico, gustare pietanze della tradizione, acquistare ottimi prodotti locali e stare a contatto con natura ed animali.

Cosa ti viene in mente? A noi, una giornata perfetta!

percorsi parco san bartolo marche

COME TRASCORRERE UNA GIORNATA PERFETTA SUL SAN BARTOLO

Immagina un soleggiato e tiepido sabato di primavera, con la voglia di staccare la spina dopo una settimana lavorativa frenetica e di ristabilire l’equilibrio interiore attraverso la bellezza della natura, il contatto con essa ed il suo ritmo lento.
Il Parco del San Bartolo è il nostro posto del cuore a km 0 perché qui possiamo…

Guardare l’alba sul mare Adriatico

Amiamo il silenzio delle prime ore del giorno e se dobbiamo scegliere tra una notte brava ed una mattina da leoni, optiamo per la seconda.
Per questo, la nostra giornata perfetta sul monte San Bartolo inizia presto, per goderci lo spettacolo del sole che sorge nel mare Adriatico.

Nel Parco ci sono due luoghi particolarmente noti per la loro panoramicità: uno è il Tetto del Mondo, una zona tra Casteldimezzo e la Baia di Vallugola; l’altro è la cima del monte Castellaro, a nord della frazione di Santa Marina.

In entrambi i luoghi la vista si perde tra il giallo delle ginestre in fiore ed il turchese dell’acqua cristallina che accompagna la costa fino a Rimini, visibile da un’altezza di 196 e 180 metri sul livello del mare.

La cima del monte Castellaro è riconoscibile via terra e via mare, grazie alla presenza di una grande croce in ferro – la Croce del San Bartolo – eretta a protezione di marinai e contadini.

croce san bartolo marche

Rilassarsi a Fiorenzuola di Focara

La mattina della nostra giornata perfetta, decidiamo di trascorrerla a Fiorenzuola di Focara, un piccolissimo agglomerato urbano a circa metà strada tra i due punti panoramici di cui ti abbiamo parlato.

Da qui, dopo aver fatto una breve passeggiata nelle viette del borgo, potrai incamminarti lungo il sentiero che raggiunge la spiaggia: non troverai ombrelloni e lettini, ma potrai costruirti una capanna utilizzando tronchi di albero e rami secchi per ripararti dal sole.

A Fiorenzuola facciamo anche la tappa culinaria della giornata, in una piccola piadineria stagionale dal nome simpatico: Piadinzuola.
E’ un locale da asporto con un piccolo giardino a due livelli che affaccia sul mare, qualche panca, sgabello e tavolini in legno.

Se vuoi assaggiare una piadina di produzione artigianale, tradizionale e con farciture sia classiche che moderne, realizzata con prodotti del territorio, in un’ambientazione bucolica e rilassante vista mare, devi venire qui!

In più, il locale persegue da qualche anno la filosofia plastic free, quindi: buono, bello ed eco friendly!

L’unico problema, nei periodi di alta stagione, è la folla di persone affamate che prendono d’assalto questo posto! Ti consigliamo di evitare gli orari di punta.

Fare una passeggiata a cavallo

Dopo esserci rifocillati, la nostra giornata perfetta è già ben avviata e continua ancora meglio!
Infatti, ci dirigiamo a sud, in località Brisighella, verso il maneggio del Parco del San Bartolo, dove potrai fare una passeggiata a cavallo negli splendidi sentieri del Parco o una vera e propria lezione di equitazione.
Il maneggio offre tante altre attività, come i campi estivi per i più piccoli, anche in collaborazione con altre realtà locali del territorio.

Godere un aperitivo in vigna vista mare

tramonto monte san bartolo
(Photocredit @eugenio.mazzone)

La giornata volge al termine, ma non prima di averle dato una perfetta conclusione!
Proprio adiacente al maneggio c’è la bellissima e panoramica vigna di Rive della Fattoria Mancini.

L’azienda vitivinicola propone aperitivi suggestivi tra viti, luci del tramonto e silenzio della campagna, in cui il vino e l’utilizzo delle materie prime derivanti da aziende agricole del territorio la fanno da padrone.

Non esiste il servizio al tavolo: prelevi la tua ordinazione e cerchi l’angolo della vigna perfetto dal quale goderti, in contemplazione, il mare sempre più dorato e luccicante.

Nell’immaginare questa giornata perfetta al monte del San Bartolo abbiamo preso in considerazione attività e luoghi distanti da entrambi i punti panoramici di partenza poco più di 5 km, in modo da poterci muovere tranquillamente a piedi oppure in bici durante tutta la giornata.

Qualora dovessi tornare al Parco del monte San Bartolo, tuttavia, ti consigliamo di scoprire anche altre aree, percorsi ed attività: una su tutte, la visita dell’affascinante Villa Imperiale, la cui torre fa capolino tra la fitta vegetazione.

A volte le parole non bastano, quindi, non ti resta che venire a scoprire il Parco Naturale del San Bartolo!

Noi ti aspettiamo, a Pesaro e nel nostro blog Viaggiadori, dove ti raccontiamo altre esperienze di viaggio sostenibili e con un tocco green!

Filippo e Ornella

pin san bartolo

Comments:

  • 20 Giugno 2020

    Grazie mille Simona, speriamo che la nostra partecipazione al progetto possa contribuire positivamente al nostro territorio e alle attività che hanno un occhio di riguardo alla sostenibilità e all’ambiente!
    Ti aspettiamo per scoprire insieme il Parco naturale del San Bartolo 🙂

    reply...

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.